top of page

Alta Fotografia e Riprese Video

Basato sui fondamenti della semiotica dell’immagine e della neuropsicofisiologia della mente

La semiotica dell'arte visiva è quella disciplina che si occupa di studiare le qualità significanti di un'opera artistica visiva - Wikipedia

  • Date inizio: martedì 5 novembre 2024

  • 9 incontri, 15 ore (7 lezioni in aula + 2 uscite didattiche) 

  • Costo: 380 euro 

  • Attestato di frequenza al termine del corso (frequenza minima del 75% delle lezioni) 

* gli incontri in aula al martedì sera dalle 20:00 alle 21:30

Due domeniche ci vedranno "sul campo" (domenica 1/12 e domenica 8/12). 

_DSF1516b.jpg

Il corso

Lo studio indica quali caratteristiche devono avere le immagini per ottenere una migliore comprensione e dare al soggetto sensazioni piacevoli, di bellezza, suscitare emozioni, allegria o tristezza, creare sensazioni positive o negative e restare impresse nella mente dei fruitori senza che se ne rendano conto (messaggi subliminali).

 

Le foto e i filmati nascono nel nostro cervello, vengono letti dalla retina dell’osservatore che li trasmette alla corteccia visiva e da qui vengono smistati in diverse zone del cervello dove avviene il riconoscimento e l’eventuale attivazione di emozioni.

Se ben realizzate possono portare una zona del cervello a secernere le endorfine creando nel soggetto la stessa sensazione di benessere che si prova durante l’innamoramento.

 

Premesso che i colori non esistono ma sono la retina e il nostro cervello a trasformare in colori le varie lunghezze d’onda della luce che si riflettono sulle superfici, poiché la retina è più sensibile a determinate lunghezze d’onda rispetto ad altre, ne consegue che se costruiamo un’immagine basandoci su questi fattori favoriamo la lettura della fotografia da parte del cervello dei fruitori. Inoltre la disposizione delle masse, le linee presenti in una fotografia come la direzione del movimento della telecamera durante una ripresa, i colori, i contrasti, possono attivare o meno emozioni e sensazioni di benessere.

 

Quando si parla di "immagine" e "fotografia", il riferimento si estende alle riprese video in quanto un filmato altro non è se non una sequenza di 24/60 fotografie al secondo, quindi non solo un corso in cui la semiotica dell'immagine si fonde con la neuropsicofisiologia della mente ma dove la fotografia si fonde con il cinema, a cui sono dedicate le ultime due lezioni.

 

Obiettivi e requisiti

Il corsoesplora come le caratteristiche visive delle immagini possano influenzare la percezione e le emozioni del pubblico, mirando a suscitare sensazioni positive o negative e a incidere memorabilmente nella mente degli osservatori attraverso l'uso di messaggi subliminali. 

Attraverso il collegamento tra neuropsicofisiologia e fotografia, il corso indaga come le immagini influenzino lo stato emotivo e la memoria, sottolineando il ruolo della percezione visiva e dell'elaborazione cerebrale nell'interpretazione dei colori e nella reazione emotiva. 

Si tratta quindi di un'esperienza formativa che integra semiotica, psicologia e tecniche cinematografiche, concludendosi con lezioni dedicate alla fusione tra fotografia e cinema.

Requisiti

Rivolto sia a neofiti con attrezzature basiche con conoscenze base della tecnica fotografica sia a professionisti del settore

Modalità

  • data inizio: martedì 5 novembre dalle 20:00 alle 21:30

  • docente: Alberto Bari

  • 9 incontri, 15 ore (7 in aula + 2 uscite didattiche alla domenica: 1/12 e domenica 8/12)

  • Costo: 380 euro

Programma didattico

Prima lezione:

  • La mente e la fotografia

  • Il funzionamento percettivo del nostro SNC (sistema nervoso centrale)

  • Analisi plastica

  • La retina e la corteccia visiva

  • La fotografia nella psichiatria

  • Il Punctum barthesiano

  • Il Phaneron

  • Le linee emotive

  • I colori e le sensazioni che provocano nei fruitori

  • Principi compositivi per favorire la lettura da parte della corteccia visiva

Seconda lezione:

  • La fotografia secondo i principi della semiotica dell’immagine

  • La costruzione di un’immagine Comunicare con un’immagine

  • Cos’è la semiotica

  • Il segno

  • Classificazione dei segni

  • Denotazione e connotazione

  • La fotografia dal punto di vista di chi la legge La fotografia dal punto di vista

  • di chi la scrive

  • Entropia e minimalismo

  • La grammatica delle immagini

  • La disposizione delle masse

Terza lezione:

  • Elementi di semiotica visiva

  • Fotografie come testi

  • Piano figurativo e piano plastico

  • Fotografare il sacro

  • Il sacro nella pubblicità

  • Il messaggio nelle immagini pubblicitarie

  • L’ironia nella fotografia

  • Costruire una storia con una sequenza di immagini

  • Street photography: la foto rubata e la foto costruita

Quarta lezione:

  • Leggere una fotografia

  • Lo studium barthesiano

  • Il punto significante

  • Criteri di analisi di un’immagine

  • Statuti o attributi di un’immagine

  • Cosa si legge in un ritratto

  • La fotografia all’infrarosso

  • La lettura della street photography

  • I trucchi del reportage e la verità documentale I commenti alle foto

Quinta lezione:

  • Uscita didattica

 

Sesta lezione:

  • La fotografia artistica

  • La bellezza sotto il profilo psicobiologico

  • Come linee e colori stimolano sensazioni di gioia o tristezza

  • Come interagire con l’inconscio degli osservatori

  • L’arte e la fotografia all’infrarosso

  • Fotografia artistica e pittura secondo Umberto Eco

  • Lo stile dell’artista

  • L’intenzione originaria e l’intenzione formativa secondo Umberto Eco Il

  • sentimento dell’autore

  • Caratteristiche di una fotografia artistica

  • La fotografia astratta

  • La scuola di Düsseldorf

  • La tutela della legge

Settima lezione:

  • Semiotica e neuropsicofisiologia della mente nella creazione di filmati

  • Riprese con fotocamera o telecamera

  • Numero fotogrammi al secondo per rendere fluido il filmato quindi più gradevole

  • Stabilizzazione

  • Come agganciare l’osservatore a un filmato evitando che con un semplice click esca dalla visione

  • Intervista

  • Come e in quale direzione muovere la telecamera per creare sensazioni particolari

  • La psicologia del colore

  • Ottiche anamorfiche

  • Formato cinema

  • Durata ottimale di ogni clip, perché è meglio girare una serie di clip molto brevi piuttosto che poche clip di durata maggiore

  • Come comportarsi in situazioni particolarmente complesse

  • Come creare una sceneggiatura

  • Audio, come registrare un audio senza interferenze e come registrare un'intervista che possa prevedere dei tagli

 

Ottava lezione:

  • Uscita didattica

Nona lezione:

  • Le basi per il montaggio dei filmati con DaVinci Resolve seguendo i principi della semiotica e della neuropsicofisiologia della mente

  • Effetti speciali con DaVinci resolve per rendere accattivanti i filmati

  • Creare titoli 3 D in movimento

  • Come salvare da una clip in 4K un fotogramma in tif e perché nel caso di un ritratto può essere una soluzione premiante

  • Il formato cinema con rapporto 2,3 : perché può essere la scelta migliore e perché va impostato durante le riprese usando una maschera

  • Il trattamento del colore

  • Colonna sonora, come aggiungere, mixare, abbassare o alzare il volume durante il filmato e come sovrapporre più colonne sonore, come effettuare tagli nel parlato che non creino problemi con il movimento delle labbra.

Per visionare i video realizzati dal docente             www.albertobari.com

Informazioni

Siamo a vostra disposizione. Per qualsiasi informazione contattateci telefonicamente o via e-mail. Saremo lieti di incontrarvi di persona in Accademia.

Iscrizioni e pagamento

  • Passa da noi, su appuntamento, ti faremo compilare un modulo di iscrizione e potrai pagare in contanti, assegno, bancomat o Satispay

  • Off-line tramite Bonifico Bancario: trovi il modulo da compilare e le istruzioni cliccando su "Iscriviti"

  • Carta di Credito (devi prima accettare le condizioni di iscrizione e compilare il modulo)

bottom of page