OLTRE LO SCATTO

Oltre il click!

Hai mai provato a guardare oltre l’immagine impressa in una fotografia?

Hai mai provato a guardare oltre lo scatto, oltre quello che vedi?

Provare a fare un viaggio che va ben oltre l’oggetto o la persona o il paesaggio ripreso.

  • docente: Dott.ssa Paola Rampone
  • domenica 21/1 – 25/2 – 25/3 2018 dalle 9,30 alle 18,00
  • Max 12 partecipanti
  • costo: 380 euro

 Iscrizioni aperte: Prenota il tuo posto!


” La fotografia è un viaggio “…serve a far vedere quel che nn si vede, a far esistere quel che non c’è, a rendere conoscibile l’inconoscibile ” – Carlo Riggi

fotografia e psicologiaLa fotografia non è solo tecnica, ma è anima, è psicologia è emozione che ci riporta e ci conduce nel profondo del nostro essere

Attraverso alcuni semplici esercizi, alcune esperienze emozionali, possiamo provare a “sentire” la fotografia, come se l’immagine diventasse il palcoscenico delle nostre emozioni, oltre ciò che vediamo.

Emozioni che viviamo e che ci fanno viaggiare oltre il semplice sguardo oggettivo.

Un percorso che ci riconduca alla parte più profonda che va oltre la tecnica dello scatto, oltre le semplici regole per effettuare una buona immagine.

Che cosa vediamo? O cosa vogliamo vedere? Quali emozioni proviamo ? A cosa ci riconduce quell’immagine? A quale vissuto personale?

Il WS vuole essere una ri-scoperta  di ciò che la fotografia vuole essere, non solo la “cattura” del momento ma un linguaggio che chiarisce il proprio mondo interiore

Chi è Paola Rampone

Psicologa psicoterapeuta, classe 1970. Dopo aver utilizzato in vari contesti clinici e non, sia lo psicodramma che l’arte in genere, approdo alla fotografia come mezzo per esprimere le emozioni, come mezzo per raccontare, come veicolo facilitatore che permette l’espressione dei luoghi interiori più intimi, più profondi e nascosti e per questo motivo spesso indicibili

Fotografo per raccontarmi, per esprimermi e per guardarmi dentro e accompagno chi lo desidera,  in un percorso che utilizza la fotografia come esplorazione individuale

Cosa faremo durante le giornate?

fotografia e psicologiaSe si parla di viaggio allora viaggeremo attraverso le immagini, cercando di entrare nella fotografia prorpio come si fa entrando in una casa, oltrepassando una porta virtuale che ci permetterà di prendere contatto con le parti più intime

Non solo osservando le fotografie di grandi maestri (spesso sconosciuti) che hanno fatto della fotografia non un mezzo mediatico ma uno strumento di riflessione, di conoscenza del personale, utilizzando lo scatto anche come “cura” per i propri malesseri, disagi e non solo per raccontare

Nelle tre giornate faremo delle fotografie guidate da temi che ci faranno riscoprire un modo diverso di fare la fotografia, più intimo e non solo per fare una bella fotografia, ma per esprimere un’emozione che va ben oltre il conosciuto

Anche attraverso semplici esercitazioni, proveremo sulla nostra pelle l’emozione i trasmettere ciò che abbiamo dentro, in un semplice click ma che diventa un vero e proprio viaggio che non si esprime solamente nel risultato finale (l’immagine stessa) ma in tutto il processo di ricerca.

Proveremo a conoscere i nostri lati nascosti, il nostro fuoco interiore, che spesso diventa anche il “marchio” delle fotografie che noi facciamo.

La parola d’ordine è lasciare per un attimo in disparte la tecnica per fare una bella foto e andare oltre, viaggiare nelle nostre emozioni, in ciò che vogliamo trasmettere (che non significa fare oggettivamente una bella foto ma una foto che diviene viaggio nei meandri del nostro mondo interiore)

La fotografia d’altronde non è altro che un mezzo di affermazione della personalità, usata come linguaggio per comunicare all’esterno la propria condizione, il proprio sentire e quindi   ha lo scopo anche di promuovere l’apprendimento della propria consapevolezza emotiva.

Certamente, la fotografia consente all’uomo di misurarsi con la realtà percepibile e in maniera completamente nuova e guardare una fotografia dal punto di vista percettivo significa vederla come una Gestalt fenomenica complessa ricca di figure e sfondi che possono evocare nell’osservatore infinite prospettive di significato.

A chi è dedicato questo Workshop?

fotografia e psicologiaA tutti coloro che vogliono conoscere anche altri aspetti della fotografia. A chi è interessato a comprendere il perché alcune foto ci toccano e ci fanno andare oltre l’immagine che si vede.

Non sono necessarie competenze tecniche di alto livello, è sufficiente amare la fotografia e saper utilizzare anche solo l’apparecchio più semplice (a volte si fanno fotografia di alto impatto emotivo anche solo con il proprio smartphone)

Che cosa impareremo

E’ buffo dirlo ma si imparerà tutto o niente….dipende dall’anima che ci mettiamo dentro, dalla voglia di mettersi in gioco, dalle emozioni che vorremo esplorare e da quelle che invece vorremo lasciare in nunc asseto che potremo aprire anche a casa, continuando a mettere in pratica le esercitazioni che faremo durante la giornata (ahimè ci saranno anche dei compiti a casa!)

Il fotografo per fotografare, deve poter uscire fuori di sè e creare un collegamento tra il suo mondo interiore, le rappresentazioni di quest’ultimo e ciò che lo circonda. Inoltre egli è l’unico che deciderà cosa immortarale della sua realtà, compinedo un atto di ri-produzione e ri-creazione – Cacciari 2001

La fotografia non è la cosa più importante, mi muovo sempre tra la parola e l’immagine; mi interessa raccontare” – Monika Bulaj

Chi può partecipare

Non sono necessarie competenze tecniche.

Ognuno dovrà avere il prorpio apparecchio fotografico, una chiavetta ed eventualmente un computer portatile o tablet in cui è possibile inserire chiavetta.

Nel dettaglio

Ore 9.30 ritrovo in studio e caffè (anche due per chi vuole)

Ore 10 inizio lavori

Ore 13 pausa pranzo

Ore 14.30 ripresa lavori

Ore 18 termine giornata (magari intramezziamo con una pausa per chi ne sente la necessità)

 

_______________________________________________________________________

Modalità di iscrizione e pagamento

  • Passa da noi, su appuntamento, ti faremo compilare un modulo di iscrizione e potrai pagare in contanti o assegno
  • On-line tramite bonifico bancario: ti invieremo un modulo da compilare e riconsegnarci via e-mail
  • Conto PayPal o carta di credito

Per acquistare online, dichiaro di aver letto e accettato il Regolamento
Oltre lo scatto

La tua iscrizione al corso sarà considerata valida solo quando avrai versato la quota

_______________________________________________________________________

Per informazioni e iscrizioni: nadia@accademiatf.eu oppure contattaci telefonicamente

Salva

Salva

2017-09-28T18:17:16+00:00

Leave A Comment