Per accedere e lavorare presso le sale posa di Accademia sarà obbligatorio possedere il Green Pass valido, secondo le normative vigenti.

 

 

 

 

Rimane sempre valido il Protocollo condiviso di regolamentazione delle misure per il contrasto e il contenimento della diffusione di Covid-19*

  • È precluso l’accesso in sede a chiunque sia soggetto a provvedimenti di quarantena o è risultato positivo al virus.

  • Potrà essere rilevata la temperatura corporea degli utenti, impedendone l’accesso in sede nel caso risulti maggiore di 37,5 °C e/o nel caso presentino sintomi influenzali quali tosse, raffreddore o difficoltà respiratorie.

  • Tutti gli utenti, considerata la condivisione prolungata del medesimo ambiente, devono indossare la mascherina a protezione delle vie respiratorie per tutta la durata della sessione fotografica.

  • Soluzione idro-alcolica per l’igiene e la disinfezione delle mani è a disposizione degli utenti e se ne auspica un utilizzo frequente.

  • Viene favorito il frequente ricambio d’aria nella sala di posa e nella zona make-up.

  • È garantita la regolare pulizia e disinfezione di ogni ambiente, superficie e attrezzatura al termine di ogni noleggio.

  • Viene richiesto il mantenimento di almeno 1 metro di distanza tra gli utenti.

  • Diversamente, durante le pause ristoro, non potendo indossare le mascherine, la distanza minima da osservare è di 1,5 metri.

  • Le fotocamere e le attrezzature da ripresa devono essere collocate a non meno di 1 metro dal soggetto.

  • Nel caso di riprese che richiedano pose non compatibili con l’osservanza del distanziamento di 1 metro fra modelli/e, si consiglia di rimandare lo shooting a data da definirsi, simulare la posa in fase di post-produzione, o assumere modelli/e che siano già stati sottoposti a rilevamento sierologico di anticorpi a Sars-Cov-2 e siano risultati dotati degli stessi, e quindi immuni.

  • Nel caso di sessioni di still life (food, catalogo, ecc.) si consiglia di chiedere espressamente conferma e garanzia da parte dei clienti e fornitori (che hanno disposto od organizzato la raccolta del materiale da fotografare) che gli operatori che hanno manipolato la merce vi abbiano provveduto dotati di dispositivi di protezione individuali, che nessuno di loro abbia presentato sintomi simil-influenzali, e che – prima di iniziare la lavorazione – siano stati sottoposti a controllo di temperatura corporea.

  • L’accesso al camerino/zona make-up è consentito unicamente a due persone alla volta: modello/a e truccatore/acconciatore.

  • Gli operatori professionali (truccatori e acconciatori) sono responsabili dell’adozione delle corrette norme di contenimento concernenti il proprio settore e garantiscono al responsabile della produzione di adottare tali precauzioni.

  • Nel caso di sessioni fotografiche coinvolgenti un minore il genitore od il tutore deve essere sempre presente sul set, in quanto – con il supporto dei coordinatori della ripresa – assume il ruolo di garante della corretta osservazione delle misure di sicurezza a difesa del minore.

  • È necessario fornire l’elenco dei nominativi e i recapiti telefonici di tutti i partecipanti alla sessione fotografica, che verrà mantenuto per un periodo minimo di 14 giorni e, se necessario, comunicato alle strutture sanitarie competenti al fine di tracciare eventuali contatti in caso di segnalazione di positività al Sars-CoV-2.

  • Non è permesso l’accesso al set fotografico a persone esterne allo shooting o alla produzione. I parenti od i tutori accompagnatori di eventuali minori si intendono ovviamentecome facenti parte della produzione e pertanto ne va fornito il contatto.

* Si fa riferimento più in generale al Protocollo condiviso per le attività produttive (Governo, Parti sociali) e al Protocollo attività fotografiche (Tau Visual)